PROHEAT

Richiesta di Contatto
Chiudi

Richiesta di contatto

Nome e Cognome *
Email *
Telefono *
C.A.P.*
Interessato a:
Il lavoro dovrà eseguirsi entro:
(* Richiesto)
A+ R A-

Parquet flottante

cavi-scaldanti-autoregolanti

Questo tipo d’installazione, ideale per pavimenti in legno flottante o ad incastro, utilizza un prodotto appositamente studiato per questa tipologia d’intervento. Il cavo, avvolto dall’alluminio è stato concepito per essere installato direttamente sotto il pavimento in legno flottante. La particolare laminatura in alluminio del tappeto scaldante rende il prodotto sicuro, di facile installazione e lo rende un ottimo conduttore di calore. L’alluminio infatti distribuisce in modo omogeneo il calore al di sotto del pavimento, in questo modo la sensazione di calore è uniforme su tutta la superficie. Il pavimento flottante, per la particolarità di essere più flessibile, non necessita di un isolante portante con laminatura in fibra di vetro.

Questo tipo d’installazione spicca per la veloce messa a regime dell’impianto e per la facilità di gestione. Possiamo vantare un’enorme esperienza in questo campo grazie alle svariate installazioni presenti sul territorio italiano. La stratigrafia di questa tipologia d’installazione partendo dal basso verso l’alto è la seguente:

  1. 1Massetto copertura impianti: può essere di qualunque tipo, (alleggerito, cementizio, naturale ecc.) L’unica accortezza è mantenere una discreta planarità visto l’esigenza di dover incollare un apposito isolante.
  2. 2Isolante portante: studiato per questo tipo d’installazione, l’isolante da noi proposto è costituto da un’anima in polistirene estruso con una densità di 40 kg/m3. VEDI SCHEDA TECNICA ISOLANTE
  3. 3Riscaldamento elettrico: il riscaldamento elettrico in alluminio, viene ancorato tramite l’apposito nastro adesivo sempre in alluminio presente nella confezione. Il particolare spessore del tappeto scaldante, solo 2 mm, facilità le operazioni successive VEDI SCHEDA TECNICA WFLH
  4. 4Barriera al vapore: normalmente posata da chi installa il pavimento finale. Si utilizza per evitare l’umidità di risalita e preservare l’integrità della pavimentazione finale
  5. 5Finitura superficiale: Sull’impianto di riscaldamento si possono posare legni tecnico o flottanti di qualsiasi essenza con l’accortezza di non superare gli 1,5 cm di spessore. Questo perché, essendo il legno un isolante, più aumenta lo spessore più aumentano i costi di gestione dell’impianto.